5/6/12: AGGIORNAMENTI SUL CASO SANITA'

E’ di ieri, 5 giugno,  la notizia che la Regione Piemonte non si è costituita parte civile nell’udienza preliminare del Gup Moroni (attualmente ci sono 14 indagati). Ferrero e Gambarino hanno chiesto il proscioglimento (insieme a Luciano Platter, ex presidente regionale di Federfarma, Marco Cossolo, ex segretario torinese di Federfarma, Flavio Solavaggione, socio di una società di servizi, Franco Sampò, ex sindaco di Cavagnolo (Torino), e Renzo Secreto, ex commissario straordinario dell’Asl To4), mentre hanno chiesto di patteggiare la pena tra gli altri l’odontoiatra Marco Mozzati, l’imprenditore Pierfrancesco Camerlengo, l’ ex commissario straordinario dell’Asl To5 Vito Plastino.

Riportiamo quanto scritto da Repubblica il 5 giugno:  “Nessuna richiesta di costituzione di parte civile nemmeno da Scr, societa’ di committenza regionale, o Asl. Nel maxi scandalo per turbativa d’asta e corruzione nella sanità piemontese, scoppiato un anno fa, era finita anche l’allora assessore regionale, Caterina Ferrero, che si era poi dimessa, e il suo braccio destro Piero Gambarino. Diversi gli episodi contestati a vario titolo dai pm Paolo Toso e Stefano Demontis, portati alla luce durante le indagini: il principale riguarda la revoca di un bando regionale per l’acquisto di presidi per l’incontinenza (pannoloni) essere un accordo, poi non concretizzato, per assegnare la fornitura del primo lotto del bando, il piu’ consistente, direttamente dalla Regione a Federfarma. Contestati anche accordi per favorire alcune societa’ ed episodi di corruzione. Tre ditte si sono costituite parte civile contro Gambarino e un altro imputato, per l’episodio che riguarda la bancarotta di una società”.

Riferimenti:

http://torino.repubblica.it/dettaglio-news/15:47-15:47/4176634

http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/457069/

 

Commenti

One response to “5/6/12: AGGIORNAMENTI SUL CASO SANITA'”

  1. […] invece le accuse di corruzione che hanno coinvolto il sistema sanitario piemontese (leggi qui e qui), l’Amiat (leggi qui e vedi qui e qui) e tutte le altre notizie di cui in rassegna stampa […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *