“Illuminiamo la salute”: a Bologna il 26 27 giugno è nata la rete per l’integrità

La salute è un bene fondamentale per la persona e per la collettività e la sua tutela è riconosciuta dalla nostra Costituzione “come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività” (art. 32). Un bene prezioso che va preservato da ogni contaminazione e da ogni opacità. Per questo è necessario illuminare la salute, per valorizzare il più prezioso dei beni e per fare luce sulle zone d’ombra che lo insidiano.

Su queste premesse è partita “Illuminiamo la salute”, un’iniziativa di Libera, Avviso Publico, Coripe e Gruppo Abele volta a promuovere la cultura della trasparenza e della legalità nel sistema dei servizi sanitari e sociali; un percorso di sensibilizzazione ed approfondimento per far sì che  le norme approvate in tema di trasparenza e di prevenzione e contrasto all’illegalità e alla corruzione (legge 190/2012, D.lgs. 33/2013) non si trasformino in mero adempimento burocratico.

Strumento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi, è il tessere reti: reti di operatori sanitari che insieme promuovono la legalità, reti di cittadini che si informano e sorvegliano ciò che avviene nei servizi sanitari, reti di responsabili anticorruzione che si confrontano e si trasmettono le migliori pratiche e le migliori esperienze.

Soltanto lavorando insieme si può puntare a  realizzare nelle singole realtà sanitarie e sociali quel cambiamento culturale e organizzativo necessario a combattere tutte le forme di opacità, illegalità, corruzione e possibilità di infiltrazione criminale.Il primo passo concreto è stato compiuto a Bologna il 26 e 27 giugno con la nascita della Rete Nazionale per l’Integrità: una comunità di pratica e condivisione di conoscenze sia dei Responsabili per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza, sia di quanti interessati al tema.

La Rete si pone il duplice obiettivo:

Al fine di strutturare un percorso di medio lungo periodo, la Rete è strutturata su un progetto triennale che ha l’obiettivo di fornire strumenti, metodologie e soluzioni personalizzate per le singole realtà indispensabili a politiche efficaci per la prevenzione della corruzione.

L’osservatorio regionale per la legalità democratica di LiberaPiemonte sta lavorando alla realizzazione di un incontro pubblico di presentazione della campagna da tenersi a Torino a fine Settembre rivolto alle diverse figure che operano negli enti del SSN e del sociale, ma anche ad amministratori, associazioni e singoli cittadini sensibili al tema.

Commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *